Info Tirocinio

TIROCINIO CURRICULARE

  • non è un rapporto di lavoro;
  • è un'esperienza formativa che introduce lo studente in un contesto lavorativo;
  • è un'attività prevista nel piano di studi con ottenimento di crediti.

Tipologie di tirocinio:

  • INTERNO alle strutture universitarie (Dipartimenti e Laboratori dell'Università);
  • ESTERNO alle strutture universitarie: Aziende pubbliche e private, CNR, CINECA, ... in Italia o all'estero.

Per poter iniziare un TIROCINIO INTERNO occorre:

  • Compilare il progetto formativo in collaborazione con il docente. Il documento dovrà essere riconsegnato all'ufficio tirocinio PRIMA della data di inizio stage.
  • Conseguire l'attestato di superamento del corso in modalità FAD relativo alla sicurezza dei luoghi di lavoro SICURMORE - 3 moduli (da consegnare all'Ufficio stage) al corso si accede con le proprie credenziali di posta collegandosi a: http://dolly.sicurezza.unimore.it/login/index.php
  • Per gli studenti del Corso di laurea in Chimica è prevista una procedura diversa, vedi sotto.

Per poter iniziare un TIROCINIO ESTERNO occorre (procedura uguale per TUTTI i corsi di laurea):

  1. 1- Verificare che la struttura ospitante sia convenzionata con il Dipartimento. Si chiede quindi agli studenti di verificare con anticipo questa situazione con il referente dell’Ufficio tirocinio oppure consultando l'elenco delle convenzioni che si trova nella sezione "Imprese presso cui svolgere il tirocinio" (verificare la data di scadenza).

  2. 2- Compilare il progetto formativo in collaborazione con il soggetto ospitante e il docente promotore. Il documento dovrà essere riconsegnato all'ufficio tirocinio PRIMA della data di inizio stage.

  3. 3- Conseguire l'attestato di superamento del corso in modalità FAD relativo alla sicurezza dei luoghi di lavoro SICURMORE - 3 moduli (da consegnare all'Ufficio stage) al corso si accede con le proprie credenziali di posta collegandosi a: http://dolly.sicurezza.unimore.it/login/index.php

Le aziende seguenti prevedono obbligatoriamente lo svolgimento del corso Sicurmore:

  • Università degli studi di Torino
  • L'OVILE COOPERATIVA SOCIALE SCRL
  • Ministero per le politiche agricole, alimentari e forestali - Ufficio territoriale per la biodiversità - Centro Nazionale per lo studio e la conservazione della Biodiversità Forestale (CNBF) “Bosco Fontana” (Verona)
  • GRUPPO CONCORDE SPA
  • Kerakoll Spa
  • Istituto Comprensivo di Volta Mantovana
  • Seci Spa- Gruppo Industriale Maccaferri
  • LOGOS PUBLISHING SRL
  • VENICE HO.ST Srl
  • CHAMPION EUROPE SERVICES SRL
  • M. EMME Srl
  • Bosch Energy and Building Solutions Italy S.r.l.
  • YOOX-NET-A-PORTER Group
  • PARTENA spa
  • Brevini Power Transimission
  • Bambini nel Deserto ONG ONLUS
  • Business Integration Partners Spa
  • Ellysse Srl
  • Università degli studi di Padova
     

Tutti i documenti necessari per:

  • iniziare lo stage (convenzione e progetto formativo): da consegnare all'ufficio tirocinio PRIMA della data di inizio stage
  • prorogare lo stage (modulo richiesta proroga): da richiedere e consegnare all'ufficio tirocinio PRIMA della scadenza del tirocinio
  • testimoniare l’avvenuto tirocinio (questionari di gradimento e scheda ore): da consegnare all'ufficio tirocinio subito DOPO la chiusura del tirocinio

vanno sempre RITIRATI e/o CONSEGNATI PRESSO L'UFFICIO TIROCINIO
 

Tirocinio/prova finale(tesi) del corso di laurea in Chimica

Tutte le informazioni relative alla modalità del consguimento dei CFU per tirocinio formativo e per lo svolgimento della  prova finale/tesi sono illustrate alla pagina http://www.dscg.unimore.it/site/home/didattica/tesi.html .

PER IL TIROCINIO INTERNO, una volta compilato il modulo di ingresso tesi e trasmesso al Coordinatore didattico:

- solo gli studenti che in S3 hanno la dicitura "TIROCINIO" (6 o 9 cfu) separata dalla voce "prova finale" devono compilare unicamente una scheda ore (file word),  dopo aver trasmesso al coordinatore didattico il Modulo di ingresso tesi (normalmente sono gli studenti dell'indirizzo "applicativo"); tale scheda dovrà riportare l'impegno orario dedicato dallo studente per lo stage e dovrà essere riconsegnata al termine dello stesso, firmata dal proprio tutor, all'ufficio stage per ottenere l'accreditamento dei relativi cfu.

- gli altri studenti che in S3 hanno solo l'indicazione "PROVA FINALE" 12 CFU compilano unicamente il Modulo di ingresso tesi e lo consegnano al Coordinatore didattico, non devono compilare altro, a meno che svolgano un TIROCINIO ESTERNO (vedi procedura descritta sopra, uguale per tutti i CdL)
 

Tirocinio & studenti del corso di laurea in Scienze Naturali

I docenti referenti a cui gli studenti possono fare riferimento per informazioni e consigli sono:

  • per l'area biologica : prof. Antonio Todaro
  • per l'area geologica/chimica : prof.ssa Chiara Fioroni


Tirocinio & studenti del corso di laurea in Scienze Geologiche

Le informazioni sui tirocini per le lauree in Scienze Geologiche e Scienze e Tecnologie geologiche sono reperibili QUI
 


TIROCINIO POST LAUREA: Tirocinio formativo e di orientamento

Il tirocinio è uno degli strumenti individuati per supportare l’inserimento lavorativo delle persone, in particolare dei giovani, e per sostenere le loro scelte professionali.

Non si tratta di un rapporto di lavoro ma di una modalità formativa che fa acquisire competenze attraverso la conoscenza diretta del mondo del lavoro.

Destinatari: soggetti che hanno conseguito un titolo di studio (laurea, laurea magistrale, scuola di specializzazione, dottorato di ricerca, master universitario di primo e di secondo livello) entro e non oltre 12 mesi.

Durata: 6 mesi al massimo, comprese eventuali proroghe.

 

PER I TIROCINI POST LAUREA CHE SI SVOLGONO IN EMILIA ROMAGNA:

Per i tirocini formativi e di orientamento attivati in Emilia Romagna è prevista un’indennità mensile minima di 450,00 Euro (L.R. 7/2013 del 19/07/2013). Per i tirocini formativi e di orientamento attivati in altre Regioni è necessario verificare la normativa di riferimento.

La legge n. 92/2012 prevedere sanzioni per chi non corrisponde l’indennità dovuta al tirocinante.

L’indennità non viene corrisposta nel caso in cui il tirocinante percepisca già qualche forma di sostegno al reddito (per esempio se è in cassa integrazione). In tal caso, è previsto un rimborso spese.

I tirocini devono essere regolati da un'apposita CONVENZIONE, stipulata tra un soggetto promotore e un datore di lavoro pubblico o privato interessato ad ospitare il tirocinante.

Per ciascun tirocinante, i due soggetti devono concordare un PROGETTO FORMATIVO, che nel corso dell’esperienza di tirocinio deve essere rispettato, fino al raggiungimento degli obiettivi formativi prefissati.

Come attestare la qualità del tirocinio post laurea? Chi attesta le conoscenze apprese durante il tirocinio?

La delibera di Giunta della Regione Emilia Romagna n.960 del 30 giugno 2014 regolamenta il servizio del Sistema Regionale di Formalizzazione e certificazione delle Competenze (SRFC)

Poiché la legge regionale pone in capo al soggetto promotore la responsabilità di garantire regolarità e qualità del tirocinio, si è reso necessario che l’acquisizione degli obiettivi venga accertata e valutata secondo standard riconosciuti, che sono quelli del Sistema Regionale delle Qualifiche (SRQ), e con modalità che garantiscano l’obiettività della valutazione.

L’attuazione del servizio del Sistema Regionale di Formalizzazione e certificazione delle Competenze (SRFC) in esito ai tirocini consente pertanto una valutazione certa, da parte della Regione, del conseguimento degli obiettivi formativi. A tal fine è necessario che le conoscenze e le capacità acquisite con l’esperienza di tirocinio siano documentate, valutate e registrate in un attestato regionale.

Il tirocinante, all’atto della progettazione del tirocinio, individua, sulla base dell’elenco degli organismi accreditati di cui alla DGR n. 821/2014, il soggetto formativo accreditato che erogherà il servizio di SRFC.

Il tutore didattico concorda con il soggetto formativo le tipologie di evidenze da produrre al fine dell’Accertamento tramite evidenze, nonché le modalità e i tempi per la raccolta delle evidenze stesse, fermo restando che tale raccolta, realizzata dal tutore didattico, deve iniziare entro la prima metà del periodo di svolgimento del tirocinio. A conclusione del tirocinio viene effettuata, a cura dell’Ente formativo, la valutazione delle evidenze prodotte e, quando la valutazione ha esito positivo, viene rilasciata la Scheda Capacità e conoscenze.

Si consiglia a laureandi e neolaureati di consultare periodicamente la Bacheca delle offerte di lavoro e stage che giungono all'Ateneo.

[Ultimo aggiornamento: 05/05/2017 10:31:12]