Ti trovi qui: Home » Didattica » Insegnamento: geoarcheologia

Insegnamento: geoarcheologia (Offerta Formativa a.a. 2017/2018)

Corso di studio: SCIENZE E TECNOLOGIE GEOLOGICHE (D.M. 270/04)

CFU6
Moduli

Modulo: geoarcheologia
TAF: Affine/Integrativa; SSD: GEO/02; Ambito: Attività formative affini o integrative
Docenti: Stefano LUGLI

Dolly Accedi ai dati dell'insegnamento su Dolly
Propedeuticità obbligatorie
Modalità di accertamento del profitto Orale
Modalità di valutazione Voto
Esse3 Accedi ai dati dell'insegnamento su Esse3
Lingua di insegnamento

Italiano

Partizionamento studenti

Nessun partizionamento

Obiettivi

Capacità di effettuare la ricostruzione dell’evoluzione stratigrafica e sedimentaria degli ambienti sedimentari di interesse archeologico.

Prerequisiti

conoscenze di base a carattere non specialistico di Scienze della Terra e archeologia.

Contenuti

Ambienti deposizionali fluviali, lacustri, palustri. Strutture sedimentarie, ricostruzione della provenienza dei sedimenti. Elementi di pedologia. Datazioni e stratigrafia isotopica.
Stratigrafia del Quaternario con particolare riferimento alla Pianura Padana.
Effetti e segnali sedimentari delle variazioni climatiche e del livello del mare nel Quaternario.
Esempi di studio stratigrafico e sedimentologico in scavi archeologici.

Metodi didattici

Lezioni frontali, esercitazioni in laboratorio: granulometrie e compilazione della stratigrafia di dettaglio di un carotaggio di interesse archeologico. Modalità dell'accertamento finale: prova orale Orario di ricevimento: Martedì e Mercoledì dalle 11 alle 13 presso il Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche, Via Campi 103, 41125 Modena, Tel. 059/2058475, Fax 059/2055887; e-mail: stefano.lugli@unimore.it Sito personale: http://personale.unimore.it/Rubrica/dettaglio/luglis

Verifica dell'apprendimento

Tipologia d’esame: orale. Analisi ed interpretazione di sequenze archeologiche; quesiti sugli aspetti teorici e pratici trattati durante il corso. Discussione della prova pratica di descrizione di un carotaggio di interesse archeologico. Gli studenti impossibilitati a partecipare alla prova pratica dovranno portare all’esame un esempio di sequenza stratigrafica a scelta da discutere.

Risultati attesi

Conoscenza e capacità di comprensione: Attraverso le lezioni frontali lo studente apprende: i principi teorici della geoarcheologia; la conoscenza e interpretazione di sequenze sedimentarie di interesse archeologico; informazioni sui differenti metodi per la interpretazione della evoluzione di sequenze archeologiche. Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Attraverso l'attività di campagna e le esercitazioni di laboratorio lo studente applica direttamente i principi teorici della geoarcheologia, acquisendo la capacità di descrivere e interpretare le sequenze sedimentarie di interesse archeologico. Autonomia di giudizio: Tramite l'attività di elaborazione grafica di sequenze con resti archeologici, la loro correlazione e la discussione di gruppo lo studente impara a valutare criticamente e a riflettere sulle modalità di raccolta dei dati e sull'elaborazione di ipotesi interpretative nell’ambito della geoarcheologia. Abilità comunicative: La stesura di una relazione e l'esposizione in pubblico delle proprie conclusioni permettono allo studente di sviluppare la capacità di sintesi e acquisire modalità di comunicazione efficaci e sistematiche dei risultati ottenuti, apprendendo a sostenere un confronto critico nei confronti degli argomenti trattati. Capacità di apprendimento: Le attività descritte consentono allo studente di acquisire un metodo di approccio completo ed efficace per la gestione di problematiche scientifiche di tipo complesso fornendo gli strumenti per operare in autonomia e in gruppo le scelte per l’utilizzo delle metodologie di studio appropriate e della bibliografia specifica.

Testi

Il materiale fornito dal docente (pdf delle lezioni) è sufficiente per la preparazione dell’esame. Eventuali approfondimenti possono essere effettuati sui seguenti testi:
The pdf files provided by the teacher are sufficient for the exam preparation, the students may eventually deepen their knowledge using the following textbooks:
-Cremaschi, M., Manuale di Geoarcheologia. Ed. Laterza. 2000.
-A. Amorosi, R. Pignone (a cura di) 2009, La pianura. Geologia suoli e ambienti in Emilia-Romagna. Ed. Pendragon.
-Bosellini A., Mutti E. e Ricci Lucchi F., Rocce e
successioni sedimentarie, UTET, Torino, 1989.
Siti Web e Corsi Web
Associazione Italiana per lo Studio del Quaternario AIQUA
http://www.aiqua.it/
International Union for Quaternary Research (INQUA)
http://www.inqua.tcd.ie/
A Dictionary of Quaternary Acronyms and Abbreviations
http://www.scirpus.ca/cgi-bin/dictqaa.cgi

Docenti

Stefano LUGLI